giovedì 8 settembre 2016

Undici e ventitré

Il respiro della città dormiente
flebile ci avvolgeva
li vedevo ridere e scherzare
e partecipavo silenziosa
alla loro vita.

Mi sfioravi senza sapere
mi sfioravi senza capire
che toccavi la mia anima
li vedevo ridere e scherzare
e partecipavano con i loro sorrisi
alla mia vita.