domenica 7 settembre 2014

Trenta giorni di indivisibile felicità

Tutto il mio mondo
si rifletteva sull'acqua.

Un mondo trasparente
stava lì, su di me,
attorno a me,
mi attraversava.

Così come quel mondo
tu mi guardavi,
il sorriso beffardo
a malapena nascondeva
la tua commozione.

Tutto il mio mondo
si rifletteva sull'acqua.

Trenta giorni di indivisibile
felicità, la nostra impalpabile
illusione, la sola figura retorica
che mi resti addosso.

Così, beffarda, fuggito via,
come l'unico profumo
così trasparente,
così vero,
così reale,
da nascondere a malapena
la mia commozione.

Lo lascerò lì,
nascosto,
dove solo tu puoi ridargli vita.

2 commenti:

  1. Certo trenta giorni sul pedalò.. manco Pi nela sua seconda Vita avrebbe resistito... eppoi si, lascialolì nascosto che a quindici euro l'ora te costa un patrimonio 'sto giochetto... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito fin troppo tardi che questi giochetti non hanno prezzo e i patrimoni investiti sono sempre ben spesi! :D

      Elimina