sabato 16 agosto 2014

Dichiarazione d'intenti

Indosserò l'abito delle feste
giungendo come vento
in una sera tiepida d'estate.

Scrutando la via
in cerca di un braccio da cingere
non ancora usurpato,
così aspetterò di essere sostenuta
in questo cammino tortuoso.

La via è lastricata di sogni
e delusioni, ogni pietra saldata
all'altra dai nostri rimpianti.

Sebbene io sia qui a chiedere pietà
per gli errori che come ogni essere umano
compio, per tutto ciò che nessuna melodia
può nascondere o attutire,
per ciò che non abbiamo saputo spiegare.

Ciò che voglio è piegare
la sfiducia, ciò che bramo è già stato
assegnato ad un'altra.

Mi specchio tra fiori bianchi
di vecchiaia, la mia immagine in bianco e nero
ti arriverà distorta dai ricordi, sepolta
e mai morta sarò vedova ma ancora moglie
camminerò quella via da sola ma felice,

in attesa di nessuno,
coerente con me stessa,
mai stanca di aspettarti.

Nessun commento:

Posta un commento