lunedì 16 giugno 2014

Sposa

Appoggiata al riflesso scomposto
di tutti i miei inutili pensieri, 
l'infinito mondo che contro di me si pone 
a me si avvinghia sconvolgendomi 
nuovamente: mi troverai.

Sai cosa amo delle melodie,
dei ritmi non scritti. 
Sai dove troverai 
tutte le mie insicurezze.

Non scriverò in rima, 
non rispetterò nessuna ritmica.
Ti imploro di ascoltarmi 
senza nessuna regola
e priva di ogni abbellimento.

Scarterò il tuo regalo
più grande priva di speranze.
Sarò la vecchia canzone 
ascoltata nei momenti più tristi.

Stringendoti le mani 
solo con il mio pensiero,
volerò fra i sogni senza mappa
né direzione:
tornerò da te, per sempre.

Camminerò fiera,
attraversando la navata
dei nostri miseri desideri
irrealizzati.

Vestita di un amore
mai innocente;
sospesa dalle corde tese dei doveri
a noi esterni, vittima
e sempre carnefice del mio destino.

Sposa di un amore mai stantio,
stringerò ancora le tue mani,
anche quando per noia mi respingerai:
sarò sposa anche per te. 

Solo consumando con avidità 
i nostri peccati originali,
ci risveglieremo puri 
di innocente quotidianità. 

4 commenti:

  1. "sarò sposa anche per te": orgogliosamente felice chi si "appoggia" a te... ;)

    RispondiElimina
  2. Tu saresti la sposa perfetta dell'amore....e della chimica :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro mio, parliamo di chimica... che è meglio!!! :D

      Elimina