domenica 13 aprile 2014

Dove sei per me

Nell'attimo di apnea prima del respiro seguente,
nella pausa tra due battiti del cuore, 
nel calore di due mani che ancora non si sono sfiorate,
lì ti sento arrivare, 

così, da lontano, giungi tra i miei pensieri,
capovolgi ogni impressione e ricominci ad amarmi
come se non fosse passato altro che un istante
nella nostra infinita distanza. 


Nessun commento:

Posta un commento