giovedì 23 gennaio 2014

Pensieri condivisibili (oppure no)

Dall'alto del mio metro e cinquantotto cose da fare in questo pomeriggio, mi son guardata allo specchio e ho visto una vecchia ragazza.
Il mio blog anarchico e spopolato chiede pietà. Non so neanche perché lo tenga aperto, tanto sono impegnata.
Allo stesso tempo confidando le mie paure ad una certa DoppioGeffer [messaggio promozionale: VISITATE IL SUO BLOG. Sì, è UNA MINACCIA] qualche tempo fa mi ritrovai a dirle queste cose e lei col suo solito "spirito di conservazione rarità letterarie" (grazie :D) mi chiese di lasciare questa prova della mia esistenziale esistenza. Il che mi fa sentire esistenzialista. Data la profondità dei miei discorsi, mi pare ovvio!
Io non sono ironica. E questo credo si fosse capito dal mio blog. Sì, lo so... sono più emo degli emo di metà anni 2000. Ahimè, me ne rendo conto.
Vi chiedo perdono, anche se non è nello spirito del mio povero blog anarchico, ma è nelle mie corde.
Mi analizzo e mi analizzo ancora, e cerco con tutta me stessa di liberare qualcosa che so di avere dentro, che ho voluto assopire per così tanto tempo che... forse non sono più abituata.
E lo so, lo so che forse tutto questo è stato già scritto! Mi spiace.
Il fatto è che, come dicevo nel mio incipit, mi sento vecchia.
E, a 24 anni, è terrificante.

M.

Nessun commento:

Posta un commento