giovedì 29 agosto 2013

Cancellando il sogno (parte prima)

Sono assolutamente convinta che ciascuno di noi interpreti una parte. Ogni giorno ci ricostruiamo con qualità e difetti che non ci appartengono. Siamo solo questo: un ammasso di falsità.
Poi ci svegliamo in un luogo differente, con un'aria differente, una vita che sembra travolgerci quando, in realtà, ci vuole solo coinvolgere.
Ed eccola, la nostra vera personalità. "Dov'eri finita?"
A volte si può passare così tanto tempo ad aspettare di uscire fuori che, inspiegabilmente, ci sembra di aver trattenuto il respiro... anche per mesi.
E poi... finalmente: aria.
Aria nei polmoni, aria da respirare e che ci consente di aprire gli occhi. "Dove sono?"

Sei a casa. 

Nessun commento:

Posta un commento